Skip to content

BREMENHOBBIES.US

Bremen Condivisione Cloud

SCARICA DEBIAN ETCH


    Per installare Debian GNU/Linux r9 (etch), scaricare una delle seguenti immagini: Immagine del CD "netinst" per l'installazione via rete (circa Mb). Per installare Debian GNU/Linux (lenny), scaricare una delle seguenti immagini: Immagine del CD "netinst" per l'installazione via rete (circa Mb). Ad esempio nel caso di Debian oltre al repository dei pacchetti ordinari si usa righe con i mirror degli stessi repository per poter scaricare da diverse fonti gli dalla versione presente (con l'installazione via rete) su una Debian Squeeze. deb BremenHobbies.us etch openvz [. in seguito per scaricare la chiave di quel repository e aggiornare il database dei. scaricare debian squeeze base per la propria architettura, i o amd64 a questo punto siamo pronti a scaricare i pacchetti che ci permetteranno di avviare il.

    Nome: debian etch
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
    Licenza:Solo per uso personale
    Dimensione del file:18.54 Megabytes

    Scolleghiamo il cavo di rete ethernet, togliamo la wgv2 dal PC. Installazione dei driver Windows Prendete il CD in dotazione dei driver di Windows, copiate la cartella Driver nella vostra home. Ora per installare i driver occhio: quelli di Windows XP non funzionano! Non navigate troppo con la fantasia, nomi strani o con spazi non gli ho provati.

    X dove X è un numero che scegliete voi dal router, stessa cosa per l'indirizzo del router, anche quello ho cambiato si fa dalle impostazioni del router Impostazioni IP LAN. Oltretutto il fatto di avere un wlan0 statico invece di DHCP permette di non dover staccare tutte le volte, durante il boot, l'adapter USB e attaccarlo successivamente credo che questo trucco lo troviate solo qui, in un anno di esperienza su Linux tutti dicono di doverlo staccare prima di avviare il sistema.

    Se nel vostro computer non sono presenti altre partizioni p. Infatti è possibile svolgere certe operazioni soltanto tramite questo utente.

    Old:Wg111v2 con ndiswrapper e crittografia WPA

    Italia p. La scelta spetta solo a voi: [IMG] A questo punto è necessario selezionare il software da scaricare e installare sul vostro PC. Di base sono consigliati il ''Sistema Standard'' e ''Ambiente Desktop'': nel caso abbiate un portatile come computer, selezionate anche ''Computer Portatile''. Note : 1: il Popularity Contest è un programma addetto ad inviare delle informazioni alla community di Debian per capire quali siano le scelte maggiori fatte dagli utenti, proprio per migliorare il sistema stesso.

    Sta all'utente decidere se inviare o meno tali informazioni. Un server di posta, o un server web.

    Iceweasel 6.0.2 su Debian squeeze

    Riavviate e fate partire il pc con il cdrom inserito. Quando il sistema si riavvierà e partirà l'installazione, comparirà una schermata in cui dovreste scegliere la modalità di installazione classica, expert ecc Io ho digitato linux26 per un installazione semplificata con un kernel 2. Verranno ricercati eventuali dispositivi come floppy e CD-Rom , verranno inizializzate alcune componenti del programma di installazione e verranno ricercate eventuali schede di rete. Se il Computer è in una rete in cui è disponibile un server DHCP, verranno automaticamente settati tutti i parametri di rete per navigare, in caso contrario dopo un messaggio di errore che ci informa della NON presenza di un server DHCP, dovremo selezionare Configura la rete manualmente; se non si dispone di una connessione tramite Router, è necessario selezionare Non configurare la rete in questo momento, sarà poi possibile ad installazione ultimata configurare l'eventuale connessione ADSL o 56K.

    A questo punto bisogna inserire il nome del computer un nome a caso , questo identificherà il computer univocamente all'interno della rete. Vengono, quindi, inizalizzati i dischi e viene avviato il programma di partizionamento. Scegliete Modificare la tabella delle partizioni manualmente.

    Non toccate la partizione di Windows. Successivamente scegliete Preparazione di questa partizione completata. Scegliete la swap e premete su Preparazione di questa partizione completata. Successivamente ho selezionato la partizione FAT E' libera anche la scelta della directory da usare.

    Debian -- Installazione di Debian “lenny”

    Abbiamo finito, scegliamo Preparazione di questa partizione completata. Viene presentata una tabella riepilogativa e viene richiesta un'ulteriore conferma scegliendo Si. Veranno formattate le partizioni e verrà installato un sistema debian di base questa procedura potrebbe richiedere un po' di tempo , quindi verrà inizializzato il bootloader GRUB.

    Senza un boot loader non potreste avviare il sistema. Grub non è l'unico boot loader.

    Scarica anche: SCARICARE WAT REMOVER

    Dopo il completamento degli ultimi processi di installazione il sistema viene riavviato. Prima che il computer riparta è necessario togliere il CD di installazione e cambiare dispositivo di avvio nel BIOS scegliendo di avviare dall'hd.

    Questo perchè adesso il sistema Debian è installato nella partizione scelta e provvederà a completare il processo di installazione, settando tutti i parametri operativi password ed impostazioni e installando l'ambiente grafico e tutti gli applicativi di cui abbiamo bisogno. La schermata che si presenta all'avvio è quella di GRUB il bootloader ; vengono proposte due scelte molto simili eventualmente se avete Windows verrà visualizzata la voce relativa , di cui la prima rappresenta l'avvio normale e la seconda l'avvio di emergenza nel caso ci fossero problemi.

    Digitiamo sulla prima scelta, oppure aspettiamo qualche secondo, il sistema si avvierà e verranno presentate tutte le informazioni di rito di un avvio di un sistema Linux. Terminato l'avvio, partirà la seconda fase dell'installazione. Se siete i soli ad usare il pc scrivete una password qualunque altrimenti raccomando una password un po' più congeniata. Viene, quindi, chiesta conferma della password appena scelta e viene proposto di creare un utente "normale".

    Bisogna inserire prima la descrizione dell'utente ad esempio Nome Cognome e poi il nome utente vero e proprio, composto da una sola parola ad esempio Nome. Bisogna crearlo perchè sarà questo l'account che dovreste utilizzare per accedere normalmente al computer; tale utente ha molti meno poteri di amministrazione rispetto a root e questo fa si che non si possa "accidentalmente" manomettere qualcosa di vitale del sistema operativo quando si opera con tale utente.

    Mettete, come nome utente, il vostro nome o un nick a piaciamento, quindi proseguite, verrà chiesto di settare la password; tenendo presente le indicazioni precedenti, settate una nuova password non uguale a quella di root e confermate riscrivendola nella schermata successiva.

    E' giunto il momento di selezionare le fonti repository da cui installare il software.

    Re-inserire il primo CD di Debian, quindi selezionare CD-Rom e aspettare che il programma legga la lista del software disponibile all'interno del CD appena inserito.

    Finita la fase di lettura, verrà chiesto di leggere, eventualmente, altri CD, se si dispone di altri CD oltre al primo, selezionare e ripetere la procedura per ogni CD. Quando non si avranno più CD, selezionare per andare avanti.

    Adesso il programma Apt il cui uso è dettagliatamente spiegato in un apposita sezione verifica le fonti lette re-inserire il primo CD , quindi procede ad installare alcuni programmi di utilità fondamentali. Adesso stop!

    Un altro metodo che consente di automatizzare e personalizzare le installazioni di sistemi operativi e programmi in generale, è la cosiddetta installazione unattended.

    L'attuale programma di installazione di Debian supporta questo metodo: se l'hardware acquistato è supportato, è possibile eliminare i due problemi sopra citati, cioè usare lo stesso processo di installazione su macchine con componenti hardware diversi e avere già i programmi aggiornati alla fine dell'installazione.

    Per provare a diffondere Linux negli ambienti di lavoro più comuni non si devono convincere solo gli utenti e i capi, ma anche i tecnici che gestiscono il parco macchine aziendale. I primi due gruppi si convincono con macchine simil-Windows, che dimostrino che il salto da Windows a Linux è ormai modesto a fronte del risparmio nell'acquisto e nell'aggiornamento delle licenze di sistemi operativi e programmi proprietari.

    I sistemisti, in genere anch'essi abituati a Windows, si convincono con pannelli di controllo grafici per comodi lavori di amministrazione e aggiornamento su macchine già installate, e con metodi rapidi e automatici di installazione o reinstallazione delle macchine secondo gli standard usati in azienda. In questo articolo verrà illustrato un metodo di installazione unattended per Debian; gli esempi riportati saranno mirati specificamente all'installazione di macchine per postazioni da ufficio web, posta elettronica e Openoffice.

    Cenni sui processi di installazione Alcune precisazioni, soprattutto per chi non ha esperienza di installazioni di computer da zero.

    Quando si installa un sistema operativo da zero, vengono coinvolte due entità distinte tra loro: il programma di installazione, in formato binario direttamente eseguibile dal computer, un insieme di programmi che compongono il sistema operativo da installare, anch'essi in forma binaria, ma normalmente "impacchettati" in qualche formato.

    Ad esempio, il programma di installazione potrebbe essere contenuto in qualche floppy e i programmi "impacchettati" del sistema operativo potrebbero essere contenuti in un server in rete. Il programma di installazione è un piccolo sistema operativo dotato esclusivamente delle funzionalità necessarie per eseguire i compiti descritti al punto 2; naturalmente deve sapere in qualche modo da dove scaricare i programmi "impacchettati" da installare.

    Per avviare questo programma sulla macchina da installare bisogna fare in modo che questa, alla sua accensione, vada a cercare un sistema operativo nel supporto che lo contiene prima che in altri supporti, che potrebbero a loro volta contenere sistemi operativi. L'operazione di scansione di supporti alla ricerca di un sistema operativo e quella di avvio del primo sistema operativo trovato operazione di boot vengono effettuate da un firmware, di norma memorizzato in un circuito integrato della scheda madre, che viene eseguito dalla macchina subito dopo la sua accensione.

    Esistono diversi firmware, fatti da diverse aziende produttrici di computer o schede madri; nelle macchine di tipo IBM compatibile questo firmware si chiama BIOS, nelle macchine Sun si chiama OpenBoot, ecc Chi non ha mai installato Debian, o sistemi operativi in generale, potrebbe avere qualche difficoltà nella comprensione di quanto segue.

    La parte restante dell'articolo e la realizzazione dell'infrastruttura che renda possibili le installazioni unattended di Debian richiedono un minimo di conoscenze sistemistiche in generale, e di Debian in particolare: vedere il manuale di installazione di Debian. L'attuale programma di installazione di Debian supporta questo metodo solo nelle installazioni eseguite col primo DVD non col primo CD , oppure via rete.

    Questo metodo di installazione si ottiene solo se entra in gioco una terza entità oltre al programma di installazione e ai programmi da installare menzionati nella sezione precedente; questa consiste in un file di testo file di preseeding che contenga: le risposte che durante il processo di installazione sono costanti in tutte le installazioni che si eseguono, le categorie di programmi che si vogliono installare e vengono normalmente richieste durante il processo di installazione, ad esempio categoria "standard" o "desktop", i singoli pacchetti che si vogliono eventualmente installare in aggiunta alle categorie scelte.

    La personalizzazione della macchina risultante a fine installazione si ottiene variando quanto contenuto nei punti 2 e 3. Verranno illustrate più avanti alcune sezioni del file. Il processo di installazione automatizzato si ottiene facendo in modo che questo file venga caricato e letto dal programma di installazione.

    Naturalmente nel primo caso non si possono utilizzare gli strumenti di installazione standard di Debian, inoltre il sistema perde in flessibilità: ad ogni variazione del file di testo, ad esempio per aggiungere o togliere un programma, si deve rimasterizzare il DVD e non è molto comodo.

    Per chi volesse approfondire questa possibilità, vedere il manuale di installazione di Debian alle appendici B. Qui non si entrerà nei dettagli del primo caso, verrà trattato solo il secondo: scaricamento del file da un server web.