Skip to content

BREMENHOBBIES.US

Bremen Condivisione Cloud

VIDEO RONALDINHO SCARICARE


    Download Ronaldinho apk for Android. Football Ronaldinho Wallpapers, Photos, Images in HD for Download. Download 18k Ronaldinho apk for Android. Aplicativo lançamento empresa de Marketing Multi Nível - 18k Ronaldinho. Best Messi and Ronaldinho Wallpapers to download for free. Check out the top 35+ Messi and Ronaldinho backgrounds for desktop and mobile devices. View and license Ronaldinho pictures & news photos from Getty Images. CREATIVE; EDITORIAL; VIDEO. All; Sports; Entertainment Former Barcelona's Brazilian forward Ronaldinho poses with the trophy for the best player after a charity. Galliani annuncia di scaricare Ronaldinho in caso di accordo con i Los Angeles Galaxy: "Non è mai successo che un nostro giocatore si.

    Nome: video ronaldinho
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
    Licenza:Solo per uso personale
    Dimensione del file:50.62 MB

    A tre anni di distanza dalla sua ultima partita ufficiale, Ronaldinho ha annunciato il suo ritiro. Organizzeremo qualcosa di grande e spettacolare dopo i Mondiali ad Agosto. Ci saranno eventi in Brasile, Europa e Asia. In attesa di goderci il suo tour mondiale, rendiamo tributo alla sua carriera gustandoci alcuni dei suoi gol più belli.

    Come Ricardo Carvalho continuiamo a cadere nella sua finta di bacino, come Iniesta crediamo ancora che ce la passerà, come Cech siamo sicuri che non tirerà. Più che un gol, è una mancanza di rispetto verso il portiere. Seaman scuote la testa come i bambini che devono riordinare il casino dei fratelli più piccoli su ordine della mamma.

    Nelle ultime settimane, l'ex nazionale verdeoro è volato in Cina e in Giappone per impegni pubblicitari.

    18k Ronaldinho

    È stato anche in diversi paesi europei e africani. La Nike, inoltre, ha lanciato una linea di scarpe con il suo nome. Passa il Chelsea, il Barcellona esce. Arriva di fronte a Casillas e fa di nuovo gol. Tre a zero. Allora succede qualcosa di addirittura storico: mentre Ronaldinho esulta, molti tifosi del Real Madrid, che stanno perdendo tre a zero in casa contro i loro peggiori rivali e stanno vedendo le speranze di vincere il titolo scivolare via dopo nemmeno tre mesi di campionato, si alzano in piedi e iniziano ad applaudirlo, e dopo i primi se ne uniscono molti altri.

    Forse per la prima volta nella storia, il Bernabéu avvolge con una standing ovation la stella del Barcellona.

    Hai letto questo? SCARICA M2O MUSICA DA

    Ronaldinho incassa senza perdere la leggerezza, dice solo alcune parole di circostanza e si fa più serio solo quando approfitta della premiazione per mandare un messaggio antirazzista. Il giorno dopo è già in campo per una partita di beneficienza contro una squadra mista israeliano-palestinese.

    Nella seconda parte di stagione il Barça continua a passeggiare nella Liga, che vincerà con ben dodici punti di distacco sul Real. Dopo aver superato i quarti col Benfica, in semifinale è il turno del Milan.

    In centottanta minuti viene segnato un solo gol, a San Siro, da Ludovic Giuly. La palla gli arriva da Ronaldinho, che sulla trequarti prima scherza Gattuso mandandolo a vuoto e nel scherzare il pressing di Gattuso non è esattamente facile e poi trova la linea per un lancio assurdo, che tra i 22 in campo probabilmente—e per fortuna del Barça—capisce solo Giuly.

    Come spesso capita ai giocatori che sono stati troppo dominanti in stagione, Ronaldinho arriva alla finale di Parigi decisamente spompato. Non gioca male, ma non è il protagonista. A partire dal Mondiale di Germania, nei 12 mesi successivi si vedrà sfilare tutti i titoli a parte la Copa América.

    Non ci è riuscito Cristiano Ronaldo, non ci è riuscito finora Messi.

    La scorsa primavera ero a Madrid per lavoro e mi sono tolto lo sfizio di andare a vedere Real Madrid — Eibar al Bernabéu, in tribuna, in quarta fila. Le squadre sono entrate in campo e prima di prendere posizione Cristiano si è fermato per delle foto con gli sponsor, a forse cinque metri da dove ero seduto. Da vicino è indubbiamente un essere umano, ma sembra anche che gli abbiano passato una mano di cera su tutto il corpo, divisa e scarpini inclusi.

    Ronaldinho diventa imprenditore: in arrivo un canale Tv online a lui dedicato | Calcio e Finanza

    Ha il viso liscio e altero di un imperatore bambino e riflette la luce come una statua di bronzo. Quando inizia la partita mi accorgo che anche mentre gioca ha la stessa materialità levigata, in Full HD.

    Uno a zero, sono tutti contenti, e anche io: non è esattamente per questo che abbiamo pagato il biglietto?

    Guarda questo: SCARICA DA VH1

    Le treccine saltavano sulle spalle come serpenti, ma lo sguardo di Medusa si era appannato, e Dinho non riusciva più a pietrificare gli avversari. Non riusciva più a scendere lungo il campo come una goccia di brina su un vetro, ma ancora qualcosa sapeva fare, e quel qualcosa fu sufficiente a incantarmi.

    Volava ancora, ma solo a tratti, come un calabrone, nuotava come un calamaro. Accelerazione, uno, due, tre, frenata. Passaggio indietro. Forse è vero che Ronaldinho a quel punto non era già più un calciatore, perché più che una partita di calcio la sua fu una performance.

    Non riuscivo a levargli gli occhi di dosso, davvero.

    Ronaldinho si ritira: cinque momenti top

    Magnifico, e commovente. Perché mi sembra che Ronaldinho avesse qualcosa che manca a Cristiano e Messi? Rovesciando gli accostamenti più frequenti sono arrivato alla conclusione che, per il rapporto sincratico che ha col pallone e per la capacità di trasformare la trequarti avversaria nel palcoscenico di uno spettacolo imprevedibile, in una tela bianca sulla quale rovesciare secchiate di vernice colorata, Ronaldinho è il giocatore contemporaneo che più di tutti è andato vicino a riproporre il gioco di Diego Armando Maradona.

    Evidentemente non sono il primo ad aver pensato a questo accostamento. Accedi per guardare gratuitamente gli highlights L'incredibile gol di Ronaldinho contro il Chelsea 2. Il gol-capolavoro contro il Chelsea La storia del calcio è ricca di gol bellissimi, ma pochi sfidano anche le leggi della fisica. Dinho riceve il pallone al limite dell'area, ma di fronte ha un muro umano di calciatori avversari.

    Invece di provare il dribbling o di scaricare la sfera si mette a danzare, fintando il tiro con il destro, poi - da fermo - calcia improvvisamente di punta? Non è un tiro a giro, non è un pallonetto, ma il pallone si insacca in rete tra l'incredulità generale.