Skip to content

BREMENHOBBIES.US

Bremen Condivisione Cloud

TISYSTEM GRATIS SCARICA


    TiSystem è il software BTicino per il dimensionamento delle reti in bassa tensione e la progettazione Accedi a MyBTicino per scarica il software e documenti. Supporto clienti · Preventivazione gratuita · Servizi a pagamento · Formazione TiSystem. Software tecnico per la progettazione delle reti e dei quadri tecnici in. Mar 16, Tisystem BremenHobbies.us marzo Choose the most popular programs from Design & Photo software. (See all). Bticino s.p.a. Review. oggi parliamo di TiSystem, il software BTicino per il dimensionamento delle reti in Scaricare l'archivio Tisystem (MEGA) (Password: apritisesamo); Avviare. Ciao, Tisystem è gratuito, non devi pagare nulla, devi forse iscriverti al portale " professionisti" sul sito della bticino. Ti conviene sempre.

    Nome: tisystem gratis
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
    Licenza:Solo per uso personale
    Dimensione del file:66.27 MB

    TISYSTEM GRATIS SCARICA

    Eurocali è uno dei più grandi distributori di materiale LED online con un catalogo di oltre prodotti. Risposta a una domanda Fattore di potenza di un carico trifase? Ha al suo interno funzioni di calcolo per il dimensionamento ed ha anche la funzione diagnostica che si occupa di evitare eventuali errori o malfunzionamenti. Discorsi senza senso o inopportuni, contenuti per adulti, spam, insulti ad altri iscritti, visualizza altro.

    Software per Impianti Elettrici Gratis e a Pagamento:.

    Purtroppo se sul sito non è più disponibile non saprei proprio dove reperirlo Potrei anche farti avere una copia del mio CD non penso di andare incontro a problemi "legali", dato che il software era distribuito gratuitamente Mi sa che in Cameroun ne avrebbero davvero bisogno Paolo, ne sai qualcosa?

    Nel frattempo "ravanando" nella rete ho trovato la versione 1. Aggiornando pero' la GWsuite chiede di disinstallare la versione precedente e purtroppo nella nuova non c'e' piu'.

    Non mi pare che PLC Forum sia un fornitore di software, nè tantomeno che abbia l' obbligo di mettere del materiale a disposizione degli utenti Sono state fatte diverse discussioni su software gratuito o meno di disegno elettrico, e mi pare siano state date tutte le indicazioni necerssarie per reperirlo!

    Se ti leggi un po' di discussioni sull'argomento che ti interessa trovi parecchi links a siti dove è possibile scaricare software gratuito o open source per programm di disegno e simulazione.

    You can post now and register later.

    If you have an account, sign in now to post with your account. Paste as plain text instead. Only 75 emoji are allowed. Display as a link instead. Clear editor. Se il valore inserito di I r non coincide esattamente con quello della corrente nominale di un interruttore idoneo, ad esempio sono stai digitati dei valori come 13 A, 72 A, A il programma sceglie un apparecchio di corrente nominale immediatamente superiore ed il valore impostato di I r - viene uguagliato alla I n dell'interruttore selezionato se di tipo modulare e pertanto non regolabile - viene uguagliato alla regolazione pi prossima se linterruttore di tipo regolabile Megatiker e Megabreak se la I r impostata cade all'interno del range di regolazione dellinterruttore.

    Durante loperazione di Calcolo, Tisystem controlla che la I n dellapparecchio impostato sia maggiore della I b , e che il suo potere di interruzione sia idoneo per i valori di corrente di corto circuiti calcolati. Solo nel caso in cui una di queste due condizioni non sia soddisfatta, provvede a cambiare interruttore.

    La conduttura viene ovviamente dimensionata in funzione della I n dellapparecchio, indipendentemente dal reale valore di I b. Per inserire il codice articolo necessario attivare il bottone Ricerca articolo il cui funzionamento descritto al par.

    TiSystem download free, download TiSystem sul software download - BremenHobbies.us

    Nel caso di interruttore Megatiker o Megabreak, anche possibile effettuare la regolazione dellinterruttore magnetotermico. Poich le regolazioni possibili variano da apparecchio a apparecchio, il programma provvede automaticamente ad abilitare esclusivamente i parametri effettivamente regolabili sullinterruttore scelto: - regolazione del valore della soglia di corrente dintervento per sovraccarico termica secondo i gradini disponibili dellapparecchio.

    Se la tensione di esercizio V, nella parte bassa della finestra compare anche il valore di selettivit con lapparecchio immediatamente a monte. Si ponga attenzione che se compare il valore 0, pu significare: - che non esiste selettivit tra i due interruttori - che linterruttore a monte non ha ancora il codice articolo - che lapparecchio a monte non un interruttore magnetotermico Inoltre se stata richiesta la protezione di back-up per il quadro a cui appartiene linterruttore in esame e tale interruttore posto su una linea terminale, in tale maschera compare anche il valore di back-up con linterruttore a monte.

    Un eventuale 0 pu essere originato dagli stessi motivi gi spiegati per la selettivit. Lutente pu per modificarli scegliendoli tra quelli disponibili: in tal caso durante loperazione di Calcolo o di Ricerca articoli verranno selezionati esclusivamente interruttori con tali valori.

    Si osservi inoltre che come stabilito normativamente e come impossibile da effettuarsi a causa di un blocco sugli apparecchi Bticino il programma impedisce di inserire un ritardo se la corrente I dn impostata a 30mA. Nel caso di interruttori Megatiker o Megabreak, le regolazioni sono le stesse di quelle disponibili per gli interruttori solo magnetotermici, a cui si aggiunge la possibilit di variare i valori gi visti di I dn e T d : Esso pu essere attivato sia dopo unoperazione di calcolo per sostituire lapparecchio individuato dal programma con altro da caratteristiche tecniche analoghe o superiori, sia appena inserito il simbolo per impostare un interruttore che il programma lascer durante loperazione di calcolo se lo valuter idoneo come corrente nominale, potere di interruzione, ecc.

    Se inoltre gi stata effettuata unoperazione di calcolo, il programma, poich conosce anche il valore di corrente di corto circuito nel punto di installazione dellinterruttore, seleziona solo apparecchi con potere di interruzione idoneo. Il modo in cui Tisystem individua lapparecchio in funzione della I r impostata e come eventualmente ne modifica il valore, gi stato descritto al par.

    incompatibile Bticino tisystem 5.1 aggiornato all'ultima release marzo 2010

    Allattivazione del comando Ricerca articoli si apre la seguente finestra: che visualizza sulla sinistra lelenco degli apparecchi individuati e sulla destra i dati tecnici dellapparecchio selezionato. L'operatore pu scegliere uno qualunque di questi interruttori: alla conferma l'apparecchio selezionato sostituir quello eventualmente gi presente. Facendo scorrere lelenco degli apparecchi, i dati tecnici sulla destra vengono aggiornati in contemporanea.

    Se la tensione di esercizio V, tra i campi a disposizione compare anche Selettivit: pertanto se linterruttore a monte gi dotato di relativo codice articolo si pu individuare immediatamente quali apparecchi offrano il pi elevato valore di selettivit. Se si sostituisce con il comando Ricerca articolo un apparecchio che era stato precedentemente determinato dal programma con unoperazione di Calcolo, comunque necessario eseguire una nuova operazione di Calcolo o Verifica anche se lelenco proposto era relativo gi ai soli apparecchi con opportuno potere di interruzione.

    Infatti esistono altri controlli che solo un calcolo pu eseguire: - i cavi eventualmente in uscita siano ancora protetti da corto circuito il nuovo interruttore selezionato potrebbe lasciar passare un'energia specifica superiore non sopportabile dal conduttore - la protezione dai contatti indiretti sia ancora garantita nel caso di protezione mediante solo interruttore magnetotermico [sistema TN], il nuovo apparecchio potrebbe avere soglia di intervento magnetico pi elevata e pertanto non garantire pi l'intervento del rel magnetico per guasto fase-massa.

    Alla chiusura della finestra Dati Linea il simbolo assume pertanto il colore grigio [par. In tale caso poich, pur avendo Bticino varie apparecchiature a catalogo, pu chiaramente verificarsi la necessit di utilizzare altri tipi di componenti ad esempio contattori di elevato valore di corrente nominale , consentito dal programma la creazione di una banca dati personale per tali apparecchiature.

    La creazione e utilizzo di tali apparecchiature ha alcune differenze a seconda della loro tipologia, si esaminano pertanto separatamente i vari casi. La creazione o modifica di un archivio dei seguenti apparecchi: - contattore - contattore con termico - rel a passo - fusibile - sezionatore con fusibili - trasformatore - inseritore orario - ecc.

    Tale bottone, come gi descritto al par. Se lapparecchio non espressamente presente tra le famiglie proposte al campo Ingombro, allora necessario selezionare uno dei gruppi Apparecchio modulare DIN Poich per apparecchi non modulari non Bticino, non esiste una precisa corrispondenza con i pannelli, il controllo dello spazio occupato da tali apparecchi solamente di tipo visivo mediante il confronto tra disegno del pannello prescelto e disegno dellingombro dellapparecchio; se ad esempio lutente inserisce nello stesso pannello un numero elevato di apparecchi che fisicamente poi non possono starci, il programma permette comunque il suo inserimento.

    Mediante il bottone Modifica possibile cambiare i dati di un apparecchio creato in precedenza. Mediante il bottone Elimina possibile cancellare un apparecchio. Linserimento di nuovi strumenti allinterno dellarchivio avviene in modo analogo a quanto gi descritto al par. In questo caso per non necessario associare un valore di corrente allapparecchio. Pertanto il campo Corrente regolata I r per questi apparecchi assente: Allinterno dellarchivio sono gi memorizzati allatto di installazione del programma, gli strumenti disponibili di produzione Bticino ma ne possono comunque essere aggiunti degli altri: Tra i simboli a disposizione infatti presente anche quello del gruppo elettrogeno.

    La sua attivazione provoca linserimento di un interruttore magnetotermico differenziale che punta ad un nuovo quadro che viene automaticamente creato: tale quadro contiene esclusivamente linterruttore per default magnetotermico differenziale posto subito in uscita da gruppo elettrogeno: Mediante il simbolo del gruppo elettrogeno e la possibilit di realizzare quadri con pi linee in ingresso [par.

    Deve essere lutente che, in funzione della potenza del gruppo elettrogeno che verr installato, ne inserisce il valore di corrente nominale e ne determina il relativo codice mediante la funzione di Ricerca articolo [par. Analogamente il programma non effettua alcuna verifica di corretto dimensionamento dellimpianto in caso di alimentazione tramite gruppo elettrogeno.

    I valori delle correnti di corto circuito a fronte di un guasto durante il funzionamento del gruppo dipendono infatti direttamente dalle caratteristiche tecniche del gruppo stesso.

    Poich il valore delle correnti di corto circuito normalmente solo di alcune volte il valore della corrente nominale del gruppo, pu verificarsi che nel caso in cui la protezione da contatti indiretti, per sistemi TN, sia effettuata per alcune linee dellimpianto da interruttori solo magnetotermici che intervengono pertanto come magnetico - par.

    Si consiglia pertanto di lasciare in uscita dal gruppo un interruttore differenziale che il simbolo inserito per default dal programma in modo da garantire comunque la protezione dai contatti indiretti. Si evidenzia infine che il programma consente linserimento di pi simboli del gruppo elettrogeno creando un nuovo quadro per gruppo in corrispondenza di ogni simbolo: bisogna pertanto porre attenzione al numero di gruppi che si vogliono effettivamente inserire normalmente uno solo.

    Per far ci sufficiente: selezionare con mouse lapparecchio da spostare premere il tasto sinistro del mouse mantenendo premuto il tasto, spostare il simbolo che compare un cerchietto sbarrato su un altro apparecchio che fa da riferimento con lausilio delle freccette che appaiono muovendosi sullo stesso, deciderne la posizione in parallelo a destra, in parallelo a sinistra, in serie a valle, in serie a monte rilasciare il tasto destro del mouse.

    A questo punto l'apparecchio selezionato e tutti i suoi derivati vengono spostati nella nuova posizione Se invece della freccetta compare il seguente simbolo: significa che l'operazione non permessa ad esempio di sta cercando di inserire un apparecchio a valle di un altro che alimenta un quadro, oppure lo spostamento originerebbe un ramo con un numero di apparecchi in serie superiore al valore impostato in Personalizzazione [par.

    Per "Simbolo" si intende il solo apparecchio selezionato. Per "Ramo" si intende lapparecchio selezionato completo di tutti i suoi derivati a valle allinterno del quadro.

    Il programma provvede a copiare non solo i simboli grafici degli apparecchi ma anche tutti i dati ad essi associati codice articolo, sezione cavi, tipo di posa, potenza, ecc. La funzione di copia attivata dallo schema a blocchi su un determinato quadro provvede a duplicare il quadro compresi gli eventuali circuiti ausiliari, i gruppi di misura e la carpenteria Per copiare un simbolo anche possibile utilizzare semplicemente licona.

    Le funzioni sono analoghe a quelle del comando Copia ma in questo caso lattivazione del comando provoca la scomparsa del simbolo o ramo selezionato. Per tagliare un simbolo anche possibile utilizzare semplicemente licona. Scegliendo Simboli si aggiunge, a valle dellelemento selezionato, il simbolo o il ramo precedentemente copiato o tagliato completo di tutti i relativi dati.

    I comandi di Copia-Incolla sono estremamente utili se si hanno pi linee dai dati analoghi, in quanto evitano di dove rinserire per ciascuna di esse gli stessi dati.

    Per incollare dei simboli anche possibile utilizzare semplicemente licona. Per eliminare un simbolo anche possibile utilizzare il tasto CANC da tastiera oppure licona. Se si vuole eliminare un simbolo dal quale derivato un quadro, necessario che prima sia eliminato questultimo.

    Quando trova gi presente degli apparecchi oppure dei cavi perch calcolati precedentemente oppure inseriti direttamente dall'utente : a li modifica automaticamente qualora risultino insufficienti rispetto ai valori calcolati ad esempio il software determina un interruttore da 16A quando ne invece inserito uno da 10A.

    In tal modo l'utente pu inserire degli apparecchi e delle sezioni diverse, ma comunque necessariamente idonee, rispetto a quelle calcolate da Tisystem ad esempio per tener conto di futuri aumenti della potenza assorbita.

    Una volta terminata loperazione di calcolo, il programma compila automaticamente la legenda dello schema elettrico, con tutti i dati determinati: Poich per gli archivi delle apparecchiature che non sono interruttori sono, allatto dellinstallazione del programma, compilati solo parzialmente o completamente vuoti, il programma, durante loperazione di calcolo, pu non trovare lapparecchio cercato.

    Se ad esempio in una linea con un contattore, la I b calcolata di 85 A, Tisystem cerca in archivio un contattore da A: se esso non presente, loperazione di calcolo si interrompe e compare una maschera che avvisa che non stato trovato larticolo. Si osserva che anche qualora siano inseriti in archivio apparecchi di corrente nominale superiore al quella minima determinata dal programma come necessaria, Tisystem comunque li trascura nel calcolo. Ci accade perch altrimenti potrebbero verificarsi casi in cui il programma determina apparecchi di corrente nominale molto superiore a quella effettivamente necessaria.

    Se nellesempio precedente fossero gi inseriti in archivio contatori da A, il software comunque non li seleziona perch si limita a cercare apparecchi da A. Dimensionare la sezione scegliendo cavi di portata superiore alla corrente nominale di tale apparecchio non ha senso in quanto tali apparecchi non sono dotati di protezione.

    Per tale motivo Tisystem dimensiona i cavi in uscita da questi apparecchi in funzione della corrente nominale del primo interruttore magnetotermico che trova risalendo la catena da valle verso monte quello a cui effettivamente assegnata la protezione del conduttore. Tale metodologia il motivo per cui, se non si pone attenzione ad effettuare un corretto disegno dello schema, possono verificarsi risultati di calcolo che possono sembrare assurdi.

    Bisogna pertanto porre attenzione che subito a monte di questi apparecchi siano presenti interruttori magnetotermici di analogo valore di corrente nominale. Quanto sopra detto non viene invece applicato per i fusibili e i sezionatori con fusibili in quanto tali apparecchi svolgono una funzione di protezione del cavo analogamente a quanto fanno gli interruttori magnetotermici, e pertanto i cavi delle linee in uscita vengono dimensionati sul loro valore di corrente nominale.

    Affinch questa funzione possa procedere necessario che tutti i codici d'articolo e le sezioni siano gi stati inseriti direttamente dall'utente oppure determinati precedentemente da un'operazione di "Calcolo completo impianto". Lapparecchio modificato ed il quadro che lo contiene viene contrassegnato con un colore vedi personalizzazione. Il colore grigio sta infatti a indicare che necessita unoperazione di calcolo per garantire il corretto dimensionamento della linea stessa.

    Se si riapre la maschera Dati Linea di un simbolo gi calcolato, e, anche senza apportare alcuna modifica, la si richiude con Conferma esso torna a essere grigio in quanto il programma presuppone che possano essere state apportate delle modifiche ai dati, tali da necessitare un nuovo calcolo.

    Questo accade quando allapparecchio era gi associato un codice articolo prima del calcolo, ma a seguito dello stesso, esso stato cambiato. In tal modo lutente ha modo di individuare in modo immediato dove, a fronte di cambiamenti apportati allo schema aggiunta di nuove linee, cambi della potenza dei carichi, aumenti dei poteri di interruzione necessari, ecc.

    Se si desidera invece che il programma segnali il codice non pi idoneo senza modificarlo, di deve utilizzare il comando di Verifica [par. I colori grigio e giallo possono essere entrambi cambiati in altri colori mediante la finestra Personalizzazione programma [cap.

    Mediante tale finestra lutente pu anche disabilitare una o entrambe le logiche di colorazione sopra descritte: infatti sufficiente scegliere il colore bianco.

    Il programma nei casi in cui, durante le operazioni di calcolo, trova gi inseriti dei codici d'articolo di apparecchi e delle sezioni di linee in uscita, provvede ad una loro sostituzione solo nel caso in cui non siano adeguati.

    Nel caso opposto in cui sono invece sovradimensionati, vengono lasciati inalterati in quanto si vuole garantire all'utente la possibilit di imporre un certo apparecchio o un certo cavo, a prescindere da quello che verrebbe automaticamente selezionato dal software ad esempio perch facenti parte di un impianto gi esistente oppure per tenere conto di ampliamenti futuri che richiederanno ulteriore potenza.

    Se nella maschera Personalizzazione programma impostata la visualizzazione automatica delle curve cap. Se invece la visualizzazione automatica disabilitata, per aprire tale maschera necessario attivare il comando Visualizza finestra curve dal men Finestra oppure cliccare sullicona Visualizza finestra curve. A fianco della curva compare una finestra che mostra i dati dellinterruttore quadro di appartenenza, numero della linea, codice articolo e descrizione.

    Vengono inoltre visualizzati nella maschera Interruttori i valori delle correnti e dei tempi di intervento caratteristici dellapparecchio. Per i campi che sono regolabili possibile cambiare direttamente i valori impostati: la curva dintervento si modifica istantaneamente. La modifica di tali valori, comporta ovviamente la variazione di essi anche nella cartella Apparecchio della maschera Dati Linea descritta al par.

    In tal modo, grazie anche alla possibilit di visualizzare immediatamente leffetto delle regolazioni effettuate, possibile studiare il migliore coordinamento di pi interruttori in cascata: Se si vuole eliminare una curva dal diagramma sufficiente attivare il comando Elimina curva dal men Modifica o dal menu Pop-up.

    Software per Impianti Elettrici (Gratis e a Pagamento): Quali Sono i Migliori?

    Si apre una finestra in cui scegliere la curva da cancellare. Su dette curve, cliccando sullicona Seleziona curve cavi ,si possono sovrapporre le caratteristiche di KS dei cavi con sezione compresa tra 1,5 e mm con isolamento in PVC o in EPR Al fine di effettuare un verifica grafica della protezione del cavo a fronte di un corto circuito.

    I circuiti ausiliari e gruppi di misura di uso comune possono essere salvati singolarmente in modo che sia possibile importarli con ununica operazione allinterno di nuovi quadri.

    Per effettuare le varie operazioni di disegno inserimento, spostamento, cancellazione, ecc. Mediante lutilizzo del mouse si possono ora tracciare linee verticali e orizzontali.

    Sono a disposizione quattro comandi, attivabili con le icone sotto rappresentate, oppure con i comandi Sposta in Se le caselle della riga superiore sono gi occupate da disegno, restano inalterate, se sono ancora vuote, vengono riempite con il disegno della casella sottostante: sposta di una colonna verso sinistra la parte di schema delimitata dalle caselle a destra e sotto alla casella selezionata allattivazione del comando.

    Se le caselle della colonna sulla sinistra sono gi occupate da disegno restano inalterate, se sono ancora vuote, vengono riempite con il disegno della casella sulla destra: sposta di una riga verso il basso la parte di schema delimitata dalle caselle a destra e sotto alla casella selezionata allattivazione del comando. In tal modo viene creata una parte di riga vuota per linserimento di altre parti di schema: sposta di una colonna verso destra la parte di schema delimitata dalle caselle a destra e sotto alla casella selezionata allattivazione del comando.

    In tal modo viene creata una parte di colonna vuota per linserimento di altre parti di schema: Operando in tale modo per necessario ridisegnare ogni volta un circuito ausiliario anche se in precedenza esso era stato gi realizzato per un altro quadro.

    Mediante licona Salva Circuito Ausiliario oppure il comando Salva Circuito Ausiliario selezionato dal men Operazioni possibile salvare il circuito ausiliario, assegnandogli un nome, in un qualunque direttorio. Mediante licona Carica Circuito Ausiliario oppure il comando Carica Circuito Ausiliario selezionato dal men Operazioni possibile caricare lo schema di un circuito ausiliario precedentemente salvato. Mediante licona Importa Circuito Ausiliario oppure il comando Importa Circuito Ausiliario selezionato dal men Operazioni possibile importare nello schema in elaborazione, lo schema di un circuito ausiliario precedentemente salvato.

    Esso viene inserito posizionandone la casella in alto a sinistra in corrispondenza della casella selezionata nel momento dellattivazione del comando. Mediante licona Salva Gruppo di Misura oppure il comando Salva Gruppo di Misura selezionato dal men Operazioni possibile salvare il Gruppo di Misura, assegnandogli un nome, in un qualunque direttorio.

    Mediante licona Carica Gruppo di Misura oppure il comando Carica Gruppo di Misura selezionato dal men Operazioni possibile caricare nel quadro in elaborazione, lo schema di un Gruppo di Misura precedentemente salvato. Mediante licona Importa Gruppo di Misura oppure il comando Importa Gruppo di Misura selezionato dal men Operazioni possibile importare nello schema in elaborazione, lo schema di un Gruppo di Misura precedentemente salvato.

    Per poter attivare linserimento di tali elementi possibile operare in uno dei seguenti tre modi: 1 cliccare l'icona Disegna elementi grafici aggiuntivi 2 selezionare Modalit grafica dal men Operazioni 3 selezionare Modalit grafica dal men Pop-up Il programma passa a lavorare su un piano parallelo e compare la seguente toolbar: Le funzioni disponibili in questa toolbar possono essere attivate anche mediante la selezione dei corrispondenti comandi presenti nel men Inserisci e Operazioni oppure nel men Pop- up.

    Allattivazione di tale comando si aprono le maschere sopra riportate. Per spostare un oggetto sufficiente selezionarlo e trascinarlo nel punto desiderato mediante mouse. Corrente di C. Torna a Impianti, sicurezza e quadristica. Tutti i diritti riservati. Please click here if you are not redirected within a few seconds. Cos'è ElectroYou Login. Quale software si usa negli studi di progettazione?

    Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative Regole del forum. Esiste anche una versione più professionale SEE Electrical Building , che organizza le fasi di generazione della documentazione elettrica: creazione o importazione di planimetrie; inserimento o scelta del materiale; progettazione del quadro elettrico; generazione semi-automatica dello schema unifilare; generazione automatica delle liste materiali.

    EasyDraw è usato per la pianificazione elettrica CAD e permette di usare i prodotti Eikon Evo, Eikon, Arkè, Idea e Plana per la stesura di un progetto in modo assistito con composizione automatica delle serie civili. EasyCap è un software di preventivazione impianti, permette di stilare e stampare preventivi organizzati per ambienti e funzioni con gestione avanzata dei clienti.

    Con questi programmi in pochissimo tempo è possibile realizzare un preventivo di impianto elettrico normale o domotico secondo norma CEI cap.

    I software sono scaricabili gratuitamente, previa registrazione. Con Gewiss è possibile fare computi metrici, piani elettrici, fare preventivi, disegnare gli impianti, configurare quadri e tutte le attività inerenti alla documentazione da allegare ai progetti.