Skip to content

BREMENHOBBIES.US

Bremen Condivisione Cloud

CERTIFICATO DI POSTAZIONE PUNTO FISCO SCARICARE


    Una volta scaricato il certificato può essere salvato su un dispositivo esterno ad esempio una chiavetta USB. Installazione certificato browser Internet Explorer. Nessuna informazione disponibile per questa pagina. Da qualche giorno per accedere al portale siatel v puntoFisco viene richiesta obbligatoriamente l'installazione del certificato di postazione. 0-PuntoFisco(Figura 1). Figura 1 Figura 2 Tra le funzioni a disposizione apparirà la voce Sicurezza Informatica > Gestione Certificati di Postazione. Nella pagina di. Giungono ad Anutel numerose segnalazioni da parte dei funzionari degli Si verifica infatti che, pur se il certificato di postazione è correttamente caricato, di accedere al sistema per visualizzare e scaricare un rapporto.

    Nome: certificato di postazione punto fisco
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
    Licenza:Solo per uso personale
    Dimensione del file:56.44 Megabytes

    Prima che inizi la trasmissione cifrata dei dati, il sito web fornisce a Firefox un certificato per l'identificazione.

    Un sito web https è sicuro quando viene gestito da qualcuno che sia in contatto con la persona o la società che ha registrato il nome del dominio e quando la comunicazione tra utente e sito web viene cifrata per impedire eventuali tentativi di frode o intercettazioni. Non sono implicite altre garanzie. Quando si visita un sito web sicuro, viene verificata la validità del certificato e di tutto l'albero dei certificati collegati fino al certificato root radice riconosciuto come fidato.

    Questa catena di relazioni tra autorità di certificazione viene chiamata Gerarchia di certificazione. Per maggiori informazioni, leggere l'articolo in italiano Certificate Authority su Wikipedia.

    Visualizzare un certificato È possibile visualizzare rapidamente i dettagli del certificato per il sito web che si sta visualizzando dalla finestra Informazioni sulla pagina.

    Per accrescere la consapevolezza del controllo, le stesse informazioni devono essere riportate anche relativamente alla sessione corrente.

    Amministratori locali, abilitazioni e autorizzazioni Criticità È stato verificato negli accertamenti ispettivi che gli enti esterni hanno spesso affidato il compito di amministratore locale il soggetto deputato alla gestione delle utenze a personale non in grado né di valutare la pertinenza delle richieste di abilitazione delle utenze, né di monitorarne gli eventuali utilizzi impropri.

    In taluni enti è stata riscontrata la presenza di più amministratori locali con funzionalità che non consentivano di gestire gli utenti in modo tra loro coordinato. Tali procedure devono essere prefigurate nei confronti delle classi di utenti cui corrispondono profili di autorizzazione più critici in relazione alle funzioni o ai dati accessibili e, comunque, almeno per tutti i profili di autorizzazione corrispondenti alle funzioni di amministrazione locale delle applicazioni.

    Talvolta Sogei S. Clicca qui per iscriverti.

    Questo sito utilizza dei cookie tecnici e di terze fisc. Post Correlati. Figura 4 È importante che nella schermata sia presente e corretto l indirizzo dell utente connesso, in quanto necessario per l invio della password richiesta in fase di installazione del certificato.

    Figura 5 Dalla schermata riportata in Figura 5 selezionare la funzione Gestione Anagrafica, inserire il proprio codice fiscale e cliccare sul tasto OK. Nella schermata che appare, nella sezione Dati Personali, è possibile inserire o modificare l indirizzo e- mail Figura 6.

    la Repubblica/economia: Da quest'anno le tasse si pagano online

    Di seguito si descrivono le operazioni da svolgere per l istallazione del certificato di postazione. In base al browser utilizzato Internet Explorer, Mozilla Firefox, Safari, Google Chrome si consiglia di consultare il paragrafo di interesse.

    Installazione certificato browser Internet Explorer Cliccando sul bottone Richiedi certificato si apre la schermata di Figura 7. Figura 7 Salvare il file sul desktop o su un altra cartella a scelta.

    Al termine del download cliccare sul tasto Apri cartella e selezionare il file contenente il certificato per iniziare la procedura di importazione Figura 8. A fronte dell'accertata possibilità per taluni applicativi di effettuare più accessi contemporanei con le medesime credenziali, al fine di consentire a ciascun utente di controllare l'utilizzo del proprio account, l'Agenzia deve poi prevedere -in considerazione della specificità dell'anagrafe tributaria- la visualizzazione, nella prima schermata successiva al collegamento, di informazioni relative all'ultima sessione effettuata con le stesse credenziali almeno con l'indicazione di data, ora e indirizzo di rete da cui è stata effettuata la precedente connessione.

    Per accrescere la consapevolezza del controllo, le stesse informazioni devono essere riportate anche relativamente alla sessione corrente. Infine, l'Agenzia deve disciplinare la possibilità di effettuare accessi contemporanei con le medesime credenziali sessioni multiple , limitandone l'utilizzo ai soli casi necessari per esigenze di servizio ad es.

    In ogni caso, tale possibilità deve essere consentita esclusivamente laddove il certificato digitale o l'indirizzo Ip siano sufficienti a discriminare l'identità digitale delle postazioni accedenti, come sopra descritto.

    Nel caso in cui non sia possibile individuare la postazione di lavoro, nelle more dell'attuazione delle prescrizioni sopra individuate, deve essere inibita la possibilità di accessi contemporanei. Amministratori locali, abilitazioni e autorizzazioni Criticità : È stato verificato negli accertamenti ispettivi che gli enti esterni hanno spesso affidato il compito di amministratore locale il soggetto deputato alla gestione delle utenze a personale non in grado né di valutare la pertinenza delle richieste di abilitazione delle utenze, né di monitorarne gli eventuali utilizzi impropri.

    In taluni enti è stata riscontrata la presenza di più amministratori locali con funzionalità che non consentivano di gestire gli utenti in modo tra loro coordinato. Dalle risultanze agli atti è emerso, inoltre, che non è stato predeterminato un adeguato flusso informativo tra l'amministratore locale e l'unità organizzativa deputata alla gestione del personale al fine di consentire l'immediata disabilitazione o revisione del profilo di autorizzazione dei soggetti indirizzati ad altre mansioni o il cui rapporto con l'ente sia cessato.

    Faq Utente

    Dalla documentazione in atti emerge che l'Agenzia, anche a seguito delle prime risultanze dell'attività ispettiva sopra illustrate, ha manifestato l'intenzione di voler gestire direttamente l'abilitazione di tutte le utenze, eliminando gli amministratori di sistema degli enti esterni.

    Al riguardo, nonostante le predette criticità concernenti l'attività svolta dagli amministratori esterni, il modello decentrato di gestione delle utenze incentrato su tali figure, opportunamente integrato con le misure di seguito descritte, costituisce comunque il perno per un corretto sistema di accesso all'anagrafe tributaria. L'amministratore locale, infatti, è il soggetto più idoneo a controllare l'attività quotidiana dei propri utenti senza limitarne l'operatività, anche a fronte dell'ingente numero di enti, e quindi di utenti, abilitati ad accedere all'anagrafe tributaria, ognuno per il proprio specifico fabbisogno informativo.

    Prescrizioni : L'Agenzia, nelle convenzioni che disciplinano l'accesso all'anagrafe tributaria, deve prevedere che gli "amministratori locali" soggetti deputati alla gestione delle utenze scelti dagli enti esterni siano individuati sulla base di elevati requisiti di idoneità soggettiva, preferibilmente tra soggetti che abbiano un rapporto stabile con essi.

    Questi soggetti, prima di intraprendere la loro attività, devono essere formati dall'Agenzia delle entrate in ordine alle funzionalità dell'applicativo e all'attività di autorizzazione degli utenti.

    Certificato di sicurezza di un sito web

    Nelle convenzioni deve essere poi previsto che gli enti esterni, anche per mezzo degli amministratori locali, debbano istruire adeguatamente il personale addetto all'utilizzo dei vari applicativi in ordine al corretto utilizzo delle funzionalità dei software. Le convenzioni, entro i medesimi termini, devono inoltre imporre periodici controlli sugli accessi agli enti esterni -anche attraverso gli appositi strumenti di monitoraggio e alert in dotazione all'amministratore locale che saranno attivati dall'Agenzia cfr.

    Le convenzioni devono anche predefinire una procedura per le autenticazioni e le autorizzazioni che coinvolga attivamente le figure apicali degli uffici interessati e un unico supervisore soggetto giuridicamente preposto all'individuazione degli utenti e dei profili. Occorre inoltre che venga assicurato un flusso di comunicazione tra l'amministratore locale e l'articolazione che si occupa della gestione delle risorse umane, al fine di procedere alla tempestiva revisione del profilo di abilitazione o alla disabilitazione dei soggetti preposti ad altre mansioni o che abbiano cessato il rapporto con l'ente soprattutto con riguardo ad enti di rilevanti dimensioni , anche con apposite verifiche a cadenza almeno trimestrale.

    Per quanto riguarda la possibilità di individuare più amministratori locali per ciascun ente, l'Agenzia deve valutare e coordinare attentamente i profili di autorizzazione da attribuire, garantendo in capo a un'unica figura la possibilità, ove occorra, di intervenire su tutti gli utenti anche amministratori, monitorandone l'operato amministratore con ruolo di supervisore.

    É necessario che l'Agenzia predefinisca anche soglie relative al numero di utenti abilitabili da ciascun ente in relazione alle sue dimensioni e alle finalità per le quale viene richiesto il collegamento.

    Le richieste di superamento di tali soglie devono essere valutate caso per caso dall'Agenzia stessa. Le web application predisposte dall'Agenzia per l'utilizzo da parte di enti esterni vanno integrate con procedure di "autenticazione forte" strong authentication per ridurre la possibilità di usi impropri delle credenziali, la loro cessione o la loro sottrazione ai legittimi assegnatari.

    Tali procedure devono essere prefigurate nei confronti delle classi di utenti cui corrispondono profili di autorizzazione più critici in relazione alle funzioni o ai dati accessibili e, comunque, almeno per tutti i profili di autorizzazione corrispondenti alle funzioni di amministrazione locale delle applicazioni.

    Tali procedure potranno essere basate sull'utilizzo di dispositivi standard quali smart card o token per la generazione di one-time-password. L'Agenzia deve infine prevedere limitazioni orarie per gli accessi, mantenendo la possibilità di specifiche deroghe adeguatamente motivate. Le convenzioni stipulate con ciascun ente devono prevedere espressamente i vincoli necessari ad assicurare un corretto trattamento dei dati e devono stabilire le condizioni per escludere il rischio di duplicazione delle basi dati realizzata anche attraverso l'utilizzo di strumenti automatizzati di interrogazione.

    I singoli sistemi 2. Siatel Criticità : Con particolare riferimento all'applicativo Siatel, nel corso degli accertamenti sono state rilevate le seguenti criticità: l'area di gestione dei file da scaricare nella funzione "fornitura dati" disponibile per i comuni e le regioni riporta soltanto la data di primo download del file, che rimane da quel momento disponibile per ulteriori e illimitati download non censiti e, pertanto, non controllabili; le funzionalità di file transfer, predisposte per i comuni ai fini dell'allineamento dell'anagrafe tributaria con le anagrafi della popolazione, sono state talvolta utilizzate per finalità diverse, potendo determinare l'introduzione di informazioni errate nei sistemi; i dati anagrafici visualizzabili sono completi ad es.